Libri halloween

Un minestrone per Halloween

Minestra

Quando hai bambini ogni scusa è buona per giocare un po’ e allora…fuori i vestiti da strega e fantasmino e con le mie bambine ci siamo divertite a cercare nella nostra libreria tutti i libri “spaventosi”.

Ed ecco che vi preparo un gustoso minestrone di storie per Halloween, anche se le belle storie si possono rileggere in ogni stagione.

Io uso quattro ingredienti ma voi potete aggiungerne altri o cambiare quelli che ho scelto io: spazio alla fantasia e cominciamo a cucinare le nostre storie.

Strega boujonIl primo ingrediente da mettere in pentola è Le minestre magiche di Claude Boujon edito Babalibri, 2001.

È uno di quei libri che leggendo il nome della casa editrice e quello dell’autore sai già che ti aspetta un piccolo capolavoro.

La strega Domitilla si trova bruttina e vuole diventare come una fotomodella. Cerca allora nei suoi libri di cucina una ricetta magica ma non la trova e decide di inventarsela.

Sottili veleni, polvere di stelle, strani vegetali, vischiose marmellate, cacche di ogni genere, insetti, vermi e altri animali conosciuti e sconosciuti stavano lì, pronti a essere usati.

Ma quando finalmente la pozione è pronta, Domitilla non si fida e la fa assaggiare al suo gatto, a due pipistrelli, a due rospi, un topolino e un gufo. E finalmente va a dormire sognando i suoi desideri che si avverano e aspettando di vedere se intanto i suoi amici animali hanno cambiato aspetto.

E quale sorpresa quando la mattina si accorge che la pozione ha avutoqualche effetto: gli animali si sono trasformati in altrettante piccole Domitille affamate.

Domitilla si mise all’opera per nutrire la sua nuova famiglia. Addio fotomodella! Addio sogno di bellezza!

Il libro noi l’abbiamo letto e riletto, e fa ridere anche noi mamme che a volte ci troviamo come Domitilla a rinunciare a qualche sogno per scoprire qualcosa di più bello, i nostri bimbi.

La storia inoltre è semplice, lineare e divertente e anche le immagini seguono queste caratteristiche.

Una lettura consigliata a partire dai tre anni.

Mostro storieIl secondo ingrediente di questo minestrone è…la carota, no scusate, nel frattempo sto cucinando, allora… il secondo ingrediente è ll mostro che amava le storie di Sabine De Greef.

È un altro caposaldo della casa editrice Babalibri ed adesso è presente oltre che nel formato rilegato anche in quello brossura, utile per le prime letture.

 

Questa è la storia di un regno, di un re e della sua figlia adorata.

È anche la storia di Osvaldo, il mostro spaventoso.

Un mostro astuto e feroce, abile e forte, proprio il tipo di mostro difficile da acciuffare.

E come in ogni storia che si rispetti, il re promette in sposa la figlia a chi sconfiggerà il mostro. Ma a farsi avanti, tra le risate di tutti è il minuto Valentino.

Non sempre però si vince con la forza, infatti Valentino usa l’astuzio e quando il mostro lo cattura comincia a raccontargli le sue avventure. Osvaldo è talmente preso del racconto che non ha più voglia di spaventare la gente.

Una storia ogni sera e non darò più fastidio a nessuno. Mai più! Prometto!

E così Osvaldo ogni sera ha la sua storia, Valentino sposa la principessa e il regno è salvo.

Un libro che oltre a divertire insegna che la forza non è l’unica soluzione.

I disegni sono semplici e dai colori pieni e tonalità forti.

Una lettura consigliata a partire dai tre anni.

Maurice mostroTerzo ingrediente della nostra minestra è Maurice il Mostro gentile di Amy Dixon illustrato da Karl James Mountford, Sassi junior 2017.

Il mostro Maurice non è come tutti gli altri, ha una voce melodiosaa, mangia solo verdure, è fotogenico, insomma tutto il contrario di quello che deve essere un mostro.

I suoi genitori sono preoccupati.

 

“Devi imparare a essere meno gentile”, riprese la mamma.

“Per questo ti abbiamo iscritto all’Abominevole Accademia per Mostri Cattivi”.

Maurice è triste perchè non vuole deludere i genitori ma all’Accademia prende una nota dopo l’altra. Non riesce a ringhiare, non mangia la carne e nelle foto sorride…insomma un completo disastro.

Finchè all’Accademia entra uno strano essere peloso, piccolo, che abbaia: un cane. I mostri non sanno come prenderlo e stavolta è la gentilezza di Maurice ad avere la meglio.

“Insegnaci questo magico potere!” disse il direttore.

E così la gentilezza di Maurice contagia tutti.

Un’altra storia che oltre a divertire ci insegna che non è sempre la forza a vincere e che la diversità può essere un valore aggiunto.

I disegni anche in questo libro hanno i colori pieni e vivaci aggiungendo ritmo alla storia.

Un libro adatto a partire dai quattro anni.

Grotlyn internoIl quarto ingrediente è quello dal gusto più speziato Il Grotlyn di Benji Davies, Giralangolo, 2017.

Il titolo, i colori scuri della copertina e la bimba che si nasconde nel letto come prima immagine, ci indicano che siamo davanti una storia un po’ paurosa…pronti ad entrare?

Ed eccoci in una storia in rima che stempera subito la paura, lasciando spazio alla curiosità di scoprire chi è il Grotlyn.

 

Io so quando il Grotlyn di soppiatto si è intrufolato in casa tua quatto quatto…

Ma non sempre ciò che abbiamo immaginato è quel che l’occhio ha poi davvero guardato!

In città succedono cose strane, rumori e furti sospetti: un pezzo di formaggio, un libro sgualcito, una scatola di biscotti, dei rotoli di spago, dei fazzoletti di seta, una fune…

Tutte quelle cose dovevano servire a un piano…non erano state prese solo perchè a portata di mano.

E le immagini pian piano ci svelano quello che il testo ci dirà solo alla fine e cioè chi è il Grotlyn…ma questa volta ve lo lascio scoprire da soli. 😉

Il ritmo della storia è veloce sia grazie alle rime sia all’impaginazione grafica sempre diversa, il testo e le immagini sono cioè sempre in posizioni diverse l’uno rispetto all’altro.

Una storia che diventa quasi un giallo e che ci dice che non sempre tutto è quel che sembra.

A partire dai quattro anni.

E la minestra di Halloween è pronta, adesso sta a voi assaggiarla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...