Il rapporto tra fratelli in due albi illustrati…pieni di animali

Mio fratello è un animale

Mammaaa, Beatrice mi ha fatto maleee!

Non è vero, è Ginevra che ha cominciato!”

Anche i vostri bimbi quando sono insieme ripetono continuamente queste frasi? E vogliamo parlare di quando hanno scatole piene di Lego ma in quel preciso istante entrambe vogliono proprio lo stesso minuscolo mattoncino rosso?

“Ma puoi prendere quello verde, sta benissimo nella tua costruzione.”

Niente da fare, deve essere proprio quello rosso e guarda caso ce n’é solo uno. Allora dopo averle cercate di convincere su quanto è bello condividere i giochi, ci rinuncio, e ci mettiamo tutte insieme a fare un gioco di società. Ma anche in quel caso inizia la lotta perchè entrambe vogliono la stessa pedina gialla.

Poi invece ci sono quei momenti nei quali sto lavando i piatti e sento uno strano silenzio. Mi avvicino pian piano al salotto e le trovo sul divano che si fanno le coccolo o leggono un libro insieme.

Il rapporto tra fratelli è spesso così, litigano ma in realtà hanno tra loro un legame speciale.

Ed ecco che vi presento due libri a tema. Sono due libri dallo stile molto diverso ma con lo stesso argomento di fondo.

Il primo che vi propongo è Mio fratello è un animale di Silvia Bonanni edito da Il castoro, 2015.

Silvia Bonanni è un illustratrice che vive e lavora a Milano, diplomata all’Accademia di Belle Arti di Brera.

Nel suo sito possiamo trovare queste parole che ben riassumono l’entusiasmo che ha per il suo lavoro:

“Non ho mai smesso di giocare e fantasticare, addirittura questo è diventato il mio lavoro! Mi piace riciclare riviste di moda e vecchi giornali; campionari di stoffa e scarti sartoriali; calzini bucati e maglioni infeltriti per trasformare il tutto in buffi e teneri personaggi di una storia.
Disegno con le forbici, coloro con le carte o le stoffe ed insegno ai bambini che incontro a scuola, in biblioteca o nei festival a fare altrettanto!”

Mio fratello non è un animale inizio

Nel libro Mio fratello è un animale, emerge chiaramente il suo stile; le immagini sono infatti prevalentemente il risultato di un collage fatto con vari materiali; sono essenziali e spesso risultano costituite da ritagli geometrici.

La storia inizia con una bambina che deve fare un compito per casa descrivendo la sua famiglia. Decide di parlare di suo fratello.

Mio fratello non è un animale inizio

Quando mangia con le mani e si sporca tutto, mio fratello è proprio un…MAIALINO.

Il fratellino diventa un maialino, una scimmia, una lumaca, una pecora, una tigre, un pavone, una zanzara, un pappagallo e un castoro, in una metafora continua.

La frase finale capovolge la situazione, perchè nonostante il fratello abbia tanti difetti…

Insomma, mio fratello è proprio un animale.

E io voglio tanto bene a tutti gli animali.

Un libro semplice e divertente dove i bambini che hanno fratelli spesso riconoscono le proprie emozioni.

È adatto ai bambini a partire dai tre anni, ed è scritto in stampatello maiuscolo, può quindi essere usato anche nelle primissime letture autonome.

Fratelli rocio copertina

Il secondo libro che vi presento è Fratelli! di Rocio Bonilla edito da Valentina Edizioni ed uscito da poco in libreria.

Di quest’autrice spagnola ve ne avevo parlato nell’articolo dove ho presentato il libro Il mio orso grande, il mio orso piccolo ed io (Nube Ocho 2018) del quale Rocio Bonilla ha curato le illustrazioni.

Osservando la copertina del libro Fratelli! notiamo che il libro si legge in entrambi i versi.

Fratelli rinoceronte

Da una parte c’è il fratellino più piccolo che vede la sorella come un rinoceronte.

LEI è davvero noiosa!

È sempre arrabbiata… e mi fa perdere la pazienza in continuazione!

È prepotente.

Ma una sorella più grande sa fare anche tante cose belle, come costruire torri alte, insegnare ad andare in bicicletta, scacciare la paura dei mostri.

Fratelli scimmia

Girando il libro invece è la sorella che vede il fratello come una scimmia.

Pensa di essere divertente, ma è davvero insopportabile.

E’ così infantile! Dice sempre che da grande diventerà…

Che piagnucolone!

Ma anche avere un fratello più piccolo ha tanti lati positivi, perchè sa fare ridere, sa usare la fantasia.

Insomma essere due fratelli non è così male.

Nella parte centrale del libro il fratello e la sorella si incontrano per scoprire che sta per arrivare…non ve lo svelo ma è davvero un finale a sorpresa! 😉

L’impaginazione grafica è varia, dando così ritmo alla storia. Le immagini completano spesso il significato del testo.

Un libro davvero divertente! Consigliato per i bambini a partire dai tre anni soprattutto se è in arrivo…un terzo fratellino.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...