Judith Kerr evidenza

Una tigre a merenda e i guai della gatta Mog, nei libri di Judith Kerr

I libri di Judith kerr

Vi è mai successo di avere come ospite a merenda una tigre? Cosa potrebbe accadere?

È quello che succede nel libro Una tigre all’ora del tè di Judith Kerr, pubblicato da Mondadori nel 2016.

Judith Kerr è una scrittrice di origine tedesca, costretta all’età di undici anni a scappare dalla Germania a causa del nazismo e a rifugiarsi in Inghilterra. È famosa per i suoi libri per bambini ma anche per i suoi romanzi, in parte autobiografici, che narrano l’ascesa al potere del nazismo dal punto di vista di una bambina.

Una tigre all’ora del tè esce per la prima volta nel 1968, con il titolo The Tiger Who Came to Tea.

Una tigre all'ora del tè inizio

Una bambina di nome Sophie e la sua mamma prendono il tè, quando all’improvviso qualcuno suona alla porta.

La mamma di Sophie disse: “Mi chiedo chi possa essere, all’ora del tè. Non può essere il lattaio, perchè è passato questa mattina. …”

La bambina va ad aprire e si trova davanti una grande e grossa tigre che vuole prendere il tè in compagnia. Pian piano però mangia tutto quello che c’è in casa.

E alla fine, tutta gentile, disse: “Ora è meglio che vada. Grazie per il tè e arrivederci!”.

Quando torna il papà, gli raccontano tutto quello che è successo, e poichè non c’è più niente da mangiare…vanno tutti insieme a cena fuori.

Le immagini sono eseguite con china e matita e gli ambienti e il modo di vestire sono tipicamente “anni sessanta”, con servizi in porcellana e fantasie geometriche.

Al libro è stata data una doppia interpretazione. Da una parte è stato visto come una metafora dell’accoglienza e dell’inclusione. La tigre, ha atteggiamenti antropomorfi, e può rappresentare lo straniero, il diverso, che viene accolto con gentilezza in casa. Questa interpretazione è ben comprensibile se si contestualizza con l’infanzia dell’autrice, in fuga dal suo Paese.

D’altra parte è sicuramente un’esaltazione della fantasia del bambino, capace di immaginare mondi e cose fantastiche.

Mog la gatta distratta

Un’altro libro di Judith Kerr che è ormai considerato un classico dell’illustrazione è Mog, la gatta distratta uscito in Italia per Mondadori nel 2016, e con il titolo originale, Mog the Forgetful Cat, nel 1970 per Harper Collins Publishers.

C’era una volta una gattina di nome Mog. Viveva con una famiglia di nome Thomas. Mog era molto dolce, ma non troppo sveglia. …

Era una gatta davvero distratta.

Mog combina davvero tanti guai e tutti le ripetevano in continuo “Che gatta combinaguai!”.

Un giorno, stufa di essere sempre sgridata, corre fuori in giardino e rimane triste e sola al buio, finchè grazie a uno dei suoi soliti guai, riesce a scoprire un ladro e allora si guadagna una medaglia e per tutte le colazione successive il suo cibo preferito: un uovo. 😉

La posizione del testo e dei disegni cambia di continuo all’interno delle varie pagine, dando così un ritmo più veloce alla storia. Le illustrazioni si sviluppano quasi sempre su uno sfondo bianco, mettendo in evidenza i personaggi.

Buon Natale mog

E per concludere ecco un’altra avventura di Mog in un libro tutto natalizio: Buon Natale, Mog! pubblicato da Mondadori nel 2017. Il titolo originale è Mog’s Christmas, uscito nel 1976.

A differenza degli altri due libri di Judith Kerr che vi ho presentato, che hanno il classico formato dell’albo illustrato, il libro Buon Natale, Mog! si trova nel formato cartonato.

È il periodo natalizio e Mog non riesce a capire perchè tutti sono così occupati; stufa e spaventata si rifugia sul tetto e non vuole più scendere.

Intanto in casa erano tutti tristi perchè Mog non si era fatta vedere.

Erano troppo tristi per fare colazione…

Ma a un certo punto sentono qualcosa che scende dal camino, sarà Babbo Natale o…? Ve lo lascio scoprire da soli.

Tre libri divertenti da leggere insieme ai bambini a partire dai tre anni. Noi adoriamo in particolare la gattina Mog, che con i suoi disastri è buffa e suscita tenerezza.

Una piccola curiosità: Una tigre all’opera del tè la trovate da pochissimo anche nel formato brossura nella collana Oscar Mini della Mondadori; questo formato è comodo da portare sempre con sè, ha un prezzo più economico ed è adatto per le prime letture!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...