Papà mi prendi la luna evidenza

Papà, mi prendi la luna, per favore? di Eric Carle

Stamattina Ginevra e Beatrice si sono svegliate un po’ prima e hanno voluto preparare la colazione al loro papà. Hanno preso una tazza grande, l’hanno riempita di caffè, hanno preso 8 biscotti (il nostro papà ne mangia sempre 8) e gli hanno portato tutto a letto urlandogli: “Buona festa del papà!”

Il programma del pomeriggio è leggere insieme a lui i libri con protagonista il papà. Ve ne avevo già fatto un elenco nell’articolo Festa del papà: tante proposte di lettura per condividere momenti speciali.

Oggi però volevo parlarvi di uno in particolare e cioè Papà, mi prendi la luna, per favore? di Eric Carle. 

Lo abbiamo acquistato poco tempo fa nella libreria online Caramelle di Carta, che è stata una piacevole scoperta. Questa libreria è gestita da un vero libraio, Emauele, che insieme al suo staff seleziona con cura i libri presenti nel catalogo. Quella di Emanuele è una vera passione per quello che fa, ed è una persona ben consapevole di quanto sia magico e importante l’incontro tra libro e bambino. Oltre a sfogliare il catalogo online, suddiviso per argomento ed età, potete quindi anche contattarlo e chiedergli direttamente consiglio sul libro più adatto alle vostre esigenze. E siccome ogni libro è sempre un dono speciale, vi arriva a casa in un pacco personalizzato con il nome del vostro bambino e arricchito con colorati adesivi. Vi consiglio allora di dare un occhiata al sito www.caramelledicarta.it, dove troverete tanti “libri golosi per lettori fantasiosi”.

E adesso scopriamo meglio il libro di oggi…

Papà mi prendi la luna inizio

Papà, mi prendi la luna, per favore? è un libro che Eric Carle dedica alla figlia Cirsten. Esce per la prima volta nel 1986 con il titolo Papa, please get the moon for me. Arriva in Italia nel 2006 per la Margherita edizioni nel classico formato albo illustrato, e dal 2016 è disponibile nel formato cartonato. Quest’ultimo formato lo rende più adatto alle mani dei più piccoli, essendo resistente e con le punte arrotondate.

Vi è mai capitato durante le notti d’estate di osservare il cielo con i vostri bimbi e vedere i loro occhi meravigliati di fronte allo splendore della luna?

I protagonisti di questo libro sono Monica, il suo papà e… la luna.

Una sera, prima di andare a dormire, Monica guardò fuori dalla finestra e vide la luna: sembrava così vicina!

Papà mi prendi la luna scala

Monica vuole giocare con la luna e prova ad afferrarla ma non ci riesce.

“Papà,” chiese Monica al padre, “mi prendi la luna, per favore?”

Quale papà non è subito pronto a esaudire i desideri della propria principessa?

Il papà di Monica infatti prende una lunghissima scala e prova a raggiungere la luna, ma questa è troppo grande per essere portata via.

Ogni notte che passa io divento sempre più piccola,” rispose la luna. “Alla fine potrai portarmi a casa con te.”

Papà mi prendi la luna ci riesce

La luna infatti rimpicciolisce, e quando diventa della dimensione giusta, il papà può finalmente prenderla e darla a Monica. La bimba, felice, salta e balla con la luna che però si trasforma fino a scomparire. Una notte finalmente la luna riappare come un piccolo spicchio nel cielo e da quel giorno diventa sempre più grande.

Le pagine seguono l’andamento della storia aprendosi di lato e verso l’alto. La storia riflette l’amore dell’autore per la natura. Il rapporto tra padre e figlia diventa infatti un pretesto per parlare delle fasi lunari.

È un libro che possiamo leggere scoprendo vari significati a partire dai due anni.

Vista l’importanza dell’autore concludo l’articolo con qualche informazione più dettagliata del solito sulla sua vita.

Eric Carle è uno scrittore e illustratore statunitense. Nasce nel 1929 a New York da una famiglia di immigrati tedeschi. Nel 1930, quando Eric ha sei anni, si trasferiscono nuovamente in Germania e il padre viene chiamato a combattere nella seconda guerra mondiale. Eric però vuole tornare in America e ci riesce nel 1952. Inizia a lavorare come grafico al New York Times fino a quando la guerra torna nella sua vita, e questa volta in prima persona. Viene infatti reclutato dagli Stati Uniti e inviato in Germania durante la guerra di Corea. Al ritorno in America può finalmente dedicarsi completamente a scrivere e illustrare libri per bambini. Il suo libro forse più conosciuto è The Very Hungry Caterpillar, uscito per la prima volta nel 1969 e che quest’anno compie cinquant’anni (in Italia esce con il titolo Il piccolo Bruco Maisazio per Mondadori, 1989).

E allora… Buona lettura a tutti i bambini insieme ai loro speciali papà!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...