Sotto le coperte evidenza

Le emozioni dietro il broncio: parlarne con un albo illustrato della collana Le tartarughe marine

Sotto le coperte quadrato

Finalmente è arrivato il caldo e insieme alle mie bimbe abbiamo cominciato ad andare al mare. La mattina prendiamo in supermercato qualcosa per fare merenda e qualche bibita per poi goderci tutta la giornata sotto il sole… alternato a tanta ombra e altrettanti tuffi in acqua. L’altro giorno eravamo pronte per trascorrere una giornata speciale insieme, quando Beatrice ha aperto la sua bottiglietta d’acqua prima di arrivare alla cassa e io (ahimè!) prontamente gliel’ho fatto notare. Perché ve lo racconto? Perché la reazione di Beatrice è stata memorabile. 😅 È scoppiata in un pianto inconsolabile, con degli acuti da vero soprano ed ha continuato per un bel po’.

È stata una reazione spropositata per il singolo episodio che in realtà le ha permesso di sfogare tutte le tensioni del periodo.

Ogni bambino è un piccolo seme che ha dentro di sè il potenziale per crescere, ma ha bisogno dell’aiuto discreto e dell’ascolto attento di noi grandi per poter germogliare in tutta la sua bellezza. Le emozioni a volte possono travolgerlo come un temporale improvviso, dissestando la terra intorno. I bambini infatti non riescono sempre a dare un nome a quello che provano, e hanno bisogno di essere sostenuti nel loro sviluppo emotivo e affettivo.

Francesca Rifiuti, psicologa e autrice del libro che sto per presentarvi, dice: “Non esistono emozioni sbagliate. Tutte le emozioni sono utili e dovrebbero essere accolte e rispettate.” Un compito importante di noi genitori è aiutare i nostri figli a trovare un modo per sopravvivere anche alle emozioni negative senza negarle e allo stesso tempo senza esserne travolti.

Quando i bambini non riescono a regolare le proprie emozioni, queste sfociano in attacchi di rabbia ai quali non riusciamo a dare subito una spiegazione o in un atteggiamento di chiusura.

Sotto le coperte inizio

Ecco allora un albo illustrato da leggere insieme a loro per esplorare cosa si nasconde dietro il… broncio.

Sotto le coperte di Monica Pratelli, Francesca Rifiuti, illustrato da Francesca Assirelli è uno dei titoli della collana Le tartarughe marine del Gruppo Editoriale Tresei.

Il protagonista di questo libro è un bambino che è sempre arrabbiato, senza capirne bene il motivo.

QUESTO SONO IO.

E SONO TUTTO SOLO IN MEZZO

AL DISASTRO.

SUCCEDE SEMPRE COSÌ. IO CI PROVO

A STARE CON GLI ALTRI, MA VA SEMPRE

A FINIRE CHE MI ARRABBIO.

MA PERCHÈ POI?

Appena il piccolo protagonista si alza, va già tutto storto. La colazione non gli piace, a scuola non vuole né leggere né giocare e i compagni gli danno fastidio.

Sotto le coperte alle nove

Sotto le coperte invece prende vita un mondo fantastico in compagnia di Fiocco, un cagnolino immaginario. Sotto le coperte può sorridere e nessuno lo sgrida se sbaglia.

Fino a quando…

STASERA SOTTO LE COPERTE IL BRONCIO SE N’È ANDATO E MI

SCENDE ANCHE QUALCHE LACRIMA.

NEL MONDO VERO NON PIANGO MAI, MA STASERA MI VIENE DA

PIANGERE, PERCHÈ MI DISPIACE DIRE SEMPRE NO.

La mamma e il papà corrono a vedere cosa succede, e finalmente il broncio del bimbo lascia il posto alle lacrime, che portano via la corazza che nasconde le tante emozioni alle quali non sa dare un nome. E allora il bimbo può godersi per un po’ il mondo vero, che è un po’ strano e a volte difficile ma sa anche nascondere tanti momenti speciali.

Anche le immagini mettono al centro il bambino con le sue espressioni, senza perdersi in troppi particolari. Disegni semplici e immediati nei quali il lettore può riconoscersi. 

Ogni albo illustrato di questa collana contiene una breve guida per i genitori dove vengono dati alcuni consigli su come affrontare il tema trattato nel libro, in questo caso i bambini e la regolazione delle emozioni.

Concludo allora con le parole della psicoterapeuta Isabelle Filliozat, che nel suo libro Le emozioni dei bambini, dice: “Esprimendo un interesse autentico per i sentimenti e i pensieri di un bambino lo aiutate a essere se stesso. Aiutare un bambino a essere consapevole di se stesso significa innanzitutto ascoltarlo veramente, senza giudicarlo, senza dargli consigli, senza tentare di pilotarlo, permettendogli semplicemente di dare un nome a ciò che vive, aiutandolo a conoscersi e ad accettare e capire ciò che avviene in lui.” 

E un nell’albo illustrato come Sotto le coperte, può esserci d’aiuto in questo.

Adatto alle letture condivise dai tre anni e anche per le prime letture autonome grazie allo stampatello maiuscolo.

Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...