Jadoul Pulce edizioni

Pulce è qui!… Con cinque nuovi cartonati di Émile Jadoul per i più piccoli

“Libri belli, divertenti, profondi.

Silenziosi o fitti di parole e idee.

A colori o in bianco e nero.

Per bimbe e bimbi piccini picciò,

meno piccini

o ragazze e ragazzi decisamente cresciuti.”

Pulce è qui!… (ovviamente parlo della nuova casa editrice Pulce edizioni). E questa volta si fa spazio negli scaffali delle librerie con cinque cartonati adatti ai più piccoli, a partire dai due anni. L’autore è Émile Jadoul, presente in Italia già nel catalogo Gallucci e Babalibri. Io e le mie bimbe abbiamo sempre adorato i suoi libri che con la loro semplicità sanno incantare ed emozionare.

Tratto e parole essenziali, colori pastello, un pizzico di ironia, e tanto amore per il mondo bambino, sono gli ingredienti usati da questo artista nato in Belgio nel 1963. Attualmente vive in una casa in mezzo al bosco circondato da conigli, volpi e persino orsi. Che siano propri questi simpatici vicini a suggerirgli le idee per le sue storie, delle quali sono spesso i protagonisti?! 😉

Pulce edizioni ci propone alcuni titoli di Jadoul pubblicati per la prima volta dalla casa editrice Casterman, che appartiene a Madrigall, il terzo gruppo editoriale francese. I libri presentano un formato resistente, con le pagine cartonate e le punte arrotondate. Siete curiosi di conoscerli?

 

TI VOGLIO BENE …E TU?

UN POCHINO

IO TI VOGLIO DAVVERO MOLTO BENE! …E TU?

Tantissimo bene è una storia di amicizia tra un gatto e un pesce. Il testo ha un ritmo cadenzato, e consiste in un dialogo tra i due protagonisti. Lo sfondo è bianco e i disegni hanno un marcato contorno nero. Dopo un momento di suspense che gioca sul fraintendimento delle intenzioni del gatto, il rapporto d’affetto tra i due amici è confermato. Gatto e pesce si vorranno bene per sempre… nonostante le differenze.

 

Il ciuccio accompagna i piccoli lettori verso il delicato momento dell’abbandono del ciuccio, con leggerezza e divertimento. Il testo in questo caso è scritto da Orianne Lallemand, mentre le illustrazioni sono sempre di Émile Jadoul.

C’È QUALCOSA CHE NON VA…

MI CHIEDO PROPRIO COSA POTREBBE ESSERE… IL CAPPELLO?

NO, NON È IL CAPPELLO. FORSE È LA MASCHERA?

Un bambino si trova davanti a un eroe mascherato ma… c’è qualcosa che non va! Cosa può essere? La maschera, la spada, il costume o il cavallo? È il ciuccio. Ecco l’occasione giusta per liberarsene, dicendogli un bel…

BYE! BYE! AU REVOIR! AUF WIEDERSEHEN!

O semplicemente… CIAO, CIUCCIO!

 

Tutti ci vanno può essere un divertente amico di carta per i bambini che devono iniziare a usare il vasino. Per la simpatia e il tema trattato mi ricorda un po’ Io vado di Matthieu Maudet oppure Il re è occupato di Mario Ramos, entrambi editi da Babalibri.

Dove andranno così di corsa il papà, la principessa, l’indiano, la strega, la mamma e addirittura il principe?

VEDI LEO, TUTTI CI VANNO!

ALLORA SE TUTTI CI VANNO,

CI VADO ANCH’IO!

Finalmente Leo si decide a togliere il pannolino e a fare la pipì nel wc, come i grandi. Il testo – che consiste perlopiù in singole parole – si trova sulla pagina sinistra, mentre a destra è collocata l’immagine, sempre con marcati contorni neri, ma in questo caso con toni più vivaci e uno sfondo colorato.

 

Dalla finestra è una storia cumulativa, basata sulla ripetizione e sul fraintendimento che si risolve nel finale a sorpresa. In questo libro le immagini occupano più spazio, sempre però nella loro essenzialità.

DALLA FINESTRA DI CASA SUA GRANDE CERVO GUARDA FUORI

CERVO… CERVO… APRIMI! ARRIVA IL LUPO…

ENTRA, CONIGLIETTO! STIAMO VICINI…

Uno dopo l’altro nella casa di cervo arrivano un coniglietto, un maialino e un orsetto e tutti apparentemente scappano dal lupo. Ma se anche i vostri bimbi amano i libri di Jadoul, avrete già visto in Attenti, arriva Lupone! (Gallucci) che i suoi lupi sono in realtà dei simpatici compagni di gioco, capaci di sovvertire nella fantasia del bambino l’immagine che le fiabe e favole classiche propongono di questo animale.

 

In È la mia casa le immagini occupano l’intera doppia pagina. Tutti i titoli di Jadoul editi da Pulce edizioni che vi ho presentato in questo articolo, oltre al formato cartonato, hanno un andamento orizzontale, si sviluppano quindi in larghezza.

OH! UNA CASA…

AH! UN NASCONDIGLIO…

MMMM… UNA TANA SOFFICE SOFFICE!

Un calzino abbandonato nella neve diventa la casa di un topolino, un maialino, un coniglietto, una gallina… Tutti insieme si sta un po’ stretti ma allo stesso tempo ci si riscalda. Ma… di chi sarà il calzino? Ve lo lascio scoprire da soli. 😉 Anche questa volta il finale non delude.

Per sapere di più sulle novità della casa editrice Pulce edizioni, vi invito ad andare al loro sito qui.

Buona lettura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...