La paura nei libri per bambini

Chi ha paura di… – La paura nei libri per bambini

Il grande libro della paura

“Drago vago, serpe di mago

Figlio e nipote di pesce di lago

Dura, scura, nera paura

Brutto fantasma di brutta figura […]”

La filastrocca “Rima contro tutte le paure” di Bruno Tognolini (Rime raminghe, Salani Editore, 2013) è ormai una specie di mantra che ripeto insieme alle mie bimbe quando le assale qualche paura particolarmente forte.

È da poco passata la festa di Halloween, e come ogni anno è stata per noi un’occasione per recuperare dalla nostra libreria tutti i libri più spaventosi.

Continua a leggere…

Questione di punti di vista evidenza

Questione di punti di vista – Minibombo

Giochiamo con minibombo

Ginevra e Beatrice hanno iniziato a fare i primi passi intorno ai dodici mesi. Ovviamente ogni bambino ha i suoi tempi, e quindi c’è chi raggiunge quest’importante traguardo già intorno agli undici mesi e chi invece non vuole saperne di stare su due piedi fino oltre l’anno d’età. Quello che è certo è che lo sviluppo motorio porta con sé un incremento dello sviluppo cognitivo.

In particolare riuscire a muoversi con più agilità, permette ai nostri cuccioli di esplorare l’ambiente che li circonda da diversi punti di vista. Uno stesso oggetto può finalmente essere visto da prospettive differenti.

Continua a leggere…

Tutti a nanna e cosa dice piccolo coccodrillo

La nanna e l’inizio dell’asilo: ogni momento ha il libro giusto

Queste strane vacanze stanno per finire e settembre s’avvicina. Me ne sono accorta quasi per caso qualche giorno fa. Ero tranquillamente seduta sulla sdraio in giardino con un libro in mano, quando nella mia mente si è come accesa una (fastidiosa!) luce al neon che metteva in evidenza una singola parola capace di crearmi agitazione: S E T T E M B R E.

Scuola, lavoro, sveglia che suona, sport, compleanni delle bimbe, pioggia, corse… Queste sono le parole che più caratterizzavano questo periodo fino all’anno scorso. Ora però se ne sono aggiunte altre, e una più di tutte descrive lo stato d’animo generale: INCERTEZZA.

Continua a leggere…

Io e te papà evidenza

Coloriamo la Festa del papà

Cuore per papà

Sono giornate strane, piene di incertezze e sentimenti contrastanti. Fermarsi o andare avanti? E in quale modo si può andare avanti in questi momenti? Ho cercato di spiegare alle bambine che non siamo in vacanza, ma che ci troviamo davanti a un’emergenza. Abbiamo guardato insieme alcuni video che spiegano ai più piccoli la situazione che stiamo vivendo, in modo da capire senza alimentare però le nostre paure. Poi ho creato una routine casalinga, che prevede di dedicare le nostre mattine allo studio. Ci sediamo intorno al tavolo della cucina e, seguendo le indicazioni che ci inviano le maestre, cerchiamo di restare al passo con il programma scolastico.

Continua a leggere…